Se vi piace il vino rosso e amate scegliere il momento perfetto della sua evoluzione per poterlo bere, secondo il vostro gusto ovviamente, ebbene spesso vi siete trovati davanti alla cruciale scelta di come decantarlo. Spesso sembra un gesto scenografico, ma l’utilizzo del decanter è in realtà l’unico modo per favorire una maggiore ossigenazione del vino, migliorandone notevolmente la morbidezza dei tannini in caso di vini giovani con spigoli astringenti, in modo da assaporare pienamente frutto e aromi floreali. Nel caso di vini molto maturi invece, il decanter offre la possibilità al vino di rilassarsi dopo la lunga compressione nella bottiglia. Se siete alla ricerca di un decanter da comprare, Winefolly ha creato un perfetto schema con indicazioni pratiche per aiutarvi a decidere quale decanter è più adatto alle diverse esigenze, tenendo conto comunque che una base più ampia del decanter renderà più veloce il processo di ossigenazione del vino.

Vini rossi corposi (Cabernet Sauvignon, Aglianico, Cannonau, Nebbiolo ect): Utilizzare un decanter con una base larga.
Vini rossi di medio corpo (Merlot, Sangiovese, Barbera etc): decanter di medie dimensioni
Vini Rossi dal corpo leggero (Pinot Nero): decanter di medie dimensioni precedentemente raffreddato.

Come utilizzare un Decanter: Versare vino nel decanter in modo che colpisca i lati del vetro: in questo modo si avrà una maggiore esposizione all'ossigeno della superficie del vino. Allo stesso scopo si effettua un movimento rotatorio del decanter tenendolo per la parte sommitale (collo).
Quanto tempo serve per decantare il vino? Dipende dalla tipologia, da 15 minuti a 3 ore , ma il tempo medio è di circa 40 minuti.